Quelli del martedì: gennaio 2020

pubblicato in: Quelli del martedì | 0

Bentrovati tutti e felice inizio 2020, da parte di Valeria Andreozzi ed ovviamente anche da me e da Associazione Laboratorio Stabile!

Eccovi il resoconto del nostro lavoro di gennaio, redatto da Valeria:

“Le nostre lezioni sono ricominciate con vivo interesse da parte dei ragazzi, e da subito abbiamo introdotto le situazioni sceniche ed i personaggi dello spettacolo, ed anche messo in atto varie improvvisazioni sulle scene. 
I ragazzi sono molto partecipi, a volte stanchi come energia, ma sempre attivi come desiderio di esserci, capire, provare, inventare; addirittura un’allieva si è offerta di realizzare le scenografie e gli oggetti di scena, che saranno sicuramente un po’ voluminosi. 🎨🎭🍅🍇🍓🍋🍒🏡⛓

Questo mese per me è stato molto importante, ho dovuto provare i ragazzi in specifici ruoli e capire quale fosse la soluzione migliore per il singolo ed in relazione al gruppo. 
Il mio lavoro non si basa sulle battute, sono piuttosto le battute ad adeguarsi al lavoro fisico e teatrale; per questo spesso le modifichiamo insieme, quando i ragazzi trovano soluzioni creative e dicono cose personali per esprimere certi concetti; pertanto non ci sono ruoli più importanti di altri, ma solo ruoli che hanno un’espressione più verbale ed altri ruoli con un’espressione più fisico/corporea.

Questo per rassicurare tutti: in scena i ragazzi saranno pienamente soddisfatti.

Durante  la nostra ultima lezione ho distribuito i ruoli e chiesto ai ragazzi di iniziare a studiare le prime quattro scene, che sono state lette insieme per iniziare ad esplorare il mondo fantastico che metteremo in scena con fantasia e sostanza.
Non parlerò dello spettacolo nel dettaglio, ma sono sempre a disposizione qualora i ragazzi avessero dubbi sui personaggi, sulla storia, oppure difficoltà sulla memoria, ed anche per aiutarli con qualsiasi difficoltà possano incontrare”.

Grazie della partecipazione a tutti voi”.

Valeria

Vi diamo appuntamento a marzo per il resoconto di febbraio. Si raccomanda ai ragazzi di memorizzare le parti quanto prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *