Diario di bordo: novembre 2019

pubblicato in: Diario di bordo | 0

Buonasera a tutti i genitori.

Con la lezione del 28 novembre si è concluso il secondo mese insieme per il gruppo del giovedì ed eccoci qui per il nostro diario mensile, a cura di Chiara Petrolati: buona lettura!

“Nelle quattro lezioni di novembre abbiamo continuato a rafforzare il nostro linguaggio comune, la nostra intesa e la nostra concentrazione tramite alcuni esercizi in cerchio con cui diamo inizio ad ogni incontro… e si può dire che ogni volta i ragazzi si dimostrano più sciolti e più attenti.

In questo mese abbiamo lavorato con gli oggetti portati dai ragazzi, che abbiamo sfruttato per sperimentare diversi tipi di narrazione, utilizzando il corpo, la voce e l’immaginazione.

Attraverso diversi esercizi e alcune improvvisazioni i ragazzi sono entrati in contatto con il corpo dei compagni: prima osservandolo e imitandolo, poi relazionandosi ad esso, dopo ancora modellandolo come se fosse creta e, infine, avendo la responsabilità di muoverlo in ogni sua parte e spostarlo anche nello spazio.

Questo mese ci siamo anche concentrati sullo spirito di osservazione e sulla memoria e abbiamo continuato ad allenare il senso del ritmo individuale e collettivo.

Il lavoro sulla narrazione, iniziato ad ottobre, è proseguito stavolta attraverso la creazione di storie individuali che partivano, però, dalle proposte fisiche dei compagni. 

Infine, durante l’ultima lezione, i ragazzi hanno sperimentato un tipo di improvvisazione più complessa nella quale hanno potuto certamente spaziare con la fantasia tenendo sempre presenti, però, le regole che avevamo stabilito all’inizio.

A conclusione di questo secondo mese si può dire che non c’è alcun dubbio sulle potenzialità creative del gruppo: i ragazzi continuano a mostrarsi disponibili e a mettersi in gioco con entusiasmo.

La disciplina, specialmente nei momenti in cui solo una o due persone stanno lavorando e nei momenti di passaggio tra un esercizio e l’altro, resta il punto più critico.
Posso, però, dire di aver visto durante l’ultima lezione del 28 novembre un enorme passo in avanti: i ragazzi, sono stati attenti e partecipi per tutta la lezione, i momenti di dispersione della concentrazione sono stati brevissimi e, mentre solo due persone svolgevano l’esercizio, il resto del gruppo ha seguito quanto stava accadendo e ha dimostrato grande rispetto verso chi stava lavorando.

Con l’impegno, il sudore, le risate, tante storie pazze e un piccolo grande passo nella direzione dell’ascolto dell’altro abbiamo concluso questo piovoso novembre e vi diamo appuntamento al mese prossimo!

Chiara  Petrolati”

Vi lasciamo con alcune immagini dei vostri ragazzi al lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *